Il mondo dei palloncini

Pubblicato da il: , nella sezione Decorare

Stampa

Palloncini nel mondo

A chi non è capitato di stringere un palloncino tra le mani, uno di quei palloncini che si regalano ai bambini in cambio di un sorriso, di un attimo di felicità.
Le emozioni che regalano i palloncini sono uniche. Questo oggetto speciale é capace di emozionarci, renderci felici e accompagnare i ricordi più importanti della nostra vita.

Tutti sappiamo che un palloncino non è altro che un contenitore elastico, una camera d'aria, caratterizzata da alta capacità nel dilatarsi al momento dell'inserimento di un elemento al suo interno.

Immettendo un gas o un liquido all'interno dei palloncini, che si tratti di aria, Elio o acqua, otteniamo un effetto di incrementazione del volume interno che cambia in base al materiale di fabbricazione.

 

INDICE

Palloncini le origini

Il primo palloncino

Palloncini per tutti
Palloncini le origini | Nister Festa

Michael Faraday | Mister FestaSapevi che...

Michael Faraday (1791-1867) è stato un fisico e chimico britannico. Nel 1824 diede vita al primo palloncino in gomma e nel 1825 negli Stati Uniti fu possibile acquistare per la prima volta un palloncino.

Palloncini le origini

Probabilmente in pochi conoscono la storia del palloncino.
I primi esemplari di palloncino vennero creati con dei budelli, stomaci e intestini di maiali o di animali marini. I budelli venivano riempiti con aria e fatti essiccare per realizzare e modellare fantasiose sagome. Giullari e intrattenitori di corte esibivono nel corso dei loro spettacoli questi modelli creativi e fantasiosi.
Non dimentichiamo l'uso di queste sacche naturali per creare camere d'aria per strumenti musicali antichi.
Numerosi scienziati e studiosi del passato usarono questi materiali naturali elastici per creare strumenti di vario tipo. Sia Galileo Gallilei che Leonardo Da Vinci e molti altri utilizzarono con creatività e fantasia questi materiali per creare camere d'aria e contenutori utili alla realizzazione dei loro progetti.


Nel tardo Diciottesimo secolo, i fratelli Jacques e Joseph Montgolfier scoprirono che
riempiendo dei sacchetti di carta con dell’aria calda, ottenevano il volo degli stessi, che si sollevavano in aria.
Da quel momento in poi altri materiali, come ad esempio tessuti, vennero utilizzati per creare grandi manufatti.
Indimenticabili sono stati, anche se per un breve periodo i dirigibili a Idrogeno, che per motivi di sicurezza vennero banditi tra i mezzi di trasporto volanti del passato.

Le scoperte all'insegna del volo hanno sempre creato un grande fascino sull'uomo e per tale ragione, da sempre, sono stati condotti numerosi studi su materiali ed elementi che possano realizzare il sogno del volo attraverso l'applicazione di nuove scoperte.

 

Il primo palloncino

I palloncini rappresentano uno dei risultati più noti rispetto allo studio del volo.
Nel 1824 la materia prima per la realizzazione del palloncino divenne la gomma, difatti il primo palloncino in gomma nacque nello stesso anno. Michael Faraday, nei laboratori della Royal Istitution of London, sperimentò la fusione della gomma grezza, del caucciù (o gomma naturale o poliisoprene naturale), attraverso l'uso di alcuni gas nobili.
L’esperimento consisteva nel riempire il palloncino di caucciù con dell’aria, per testarne l’elasticità.
Questo esperimento attestò che non solo il caucciù si dilatava più del previsto, ma anche che continuando a gonfiarlo diventava sottile, meno resistente e soprattutto trasparente.
Faraday involontariamente diede vita al primo palloncino in gomma.

Fabbricare un palloncino all’epoca era molto complicato.
Uno stampo rotondo veniva usato per creare due fogli di gomma che successivamente venivano incollati tra loro lungo i bordi. Dopo alcuni trattamenti con agenti chimici, si introduceva del talco all’interno del pallone per evitare che le superfici opposte si unissero. Così nacque il primo palloncino.
Nel 1825 negli Stati Uniti fu possibile acquistare per la prima volta dei palloncini.

Proprio negli Stati Uniti venne fondata la prima fabbrica di palloncini nel 1907 grazie all'opera di Rubber Company Anderson in Akron, Ohio.
Nel 1950, al posto della gomma, venne introdotto il lattice, un liquido naturale estratto dall’Hevea Brasiliensis, un vegetale che si trova nelle foreste tropicali asiatiche, in Malesia e Sri Lanka in particolare.

 

Palloncini per tutti

A partire dagli anni Settanta, i palloncini, grazie ai notevoli progressi tecnologici, diventano oggetti di culto e di moda in tutto il mondo. Decorazioni, allestimenti o semplici giochi, i palloncini sono considerati protagonisti di tutte le occasioni da festeggiare. Il palloncino trasferisce emozioni grazie alla sua innata empatia e rimarrà per sempre un oggetto speciale nei nostri cuori.
La storia del palloncino, dalla scoperta della gomma, passando al lattice, sino ad arrivare alla pellicola metallizzata (mylar o foil) e la plastica, è caratterizzata da innumerevoli successi grazie alla sua caratteristica di dare forma ai nostri desideri.
I palloncini in lattice, pellicola metallizzata e plastica se gonfiati con Elio (He) spiccano il volo e trasportano con se i nostri sogni.

Commenti

Nessun commento inserito per questo articolo

Scrivi il tuo commento
Per poter scrivere un commento è necessario effettuare il Log in. Se non sei ancora registrato al sito, clicca qui

 

Qualità

Per la selezione dei nostri prodotti in catalogo poniamo massima attenzione alla qualità e alla facilità di utilizzo da parte dei clienti.

 

Servizio assistenza

Grazie alla fiducia dei numerosi clienti soddisfatti, lavoriamo sempre a nuove soluzioni per migliorare i nostri servizi, con particolare attenzione alle esigenze individuali.

 

Esperienza

Accuratezza e competenza sono per noi essenziali al fine di offrire la miglior selezione di prodotti. Per questo, la nostra esperienza pluriennale rappresenta una vera garanzia.

 

Sicurezza

Dove vedi il Certificato SonoSicuro di AICEL puoi fare gli acquisti in totale sicurezza. Chi espone il Certificato SonoSicuro non solo si è impegnato ad offrirti un servizio facile, conveniente e sicuro, ma è AICEL che lo certifica costantemente.